9 set 2011

Corriere grosso

7 settembre 2011,
si segnala presso la riserva del Pian di Spagna (CO) un Corriere grosso “Charadrius hiaticula”, piccolo limicolo appartenente all’ordine dei Caradriformi.
Specie politipica a distribuzione circumartica, il Corriere grosso è distribuito uniformemente sia sulla costa che all’interno.
A sud del 60° parallelo nidifica in Gran Bretagna, Irlanda, Francia settentrionale e nei Paesi che si affacciano sul Mare del Nord e sul Mar Baltico.
Specie parzialmente sedentaria, migratrice a medio e lungo raggio, sverna lungo le coste atlantiche europee, nel bacino del Mediterraneo e soprattutto in Africa a sud del Sahara.
Il corriere grosso in migrazione e svernamento si osserva soprattutto in zone costiere marine o retrodunali.

Osservarlo in zone interne, di conseguenza, rappresenta sempre un'osservazione
gratificante.

In Riserva si osservano pochi individui sia nel passo primaverile che in quello autunnale
a ulteriore conferma dell'importanza di questa “perla” dell'alto Lario.

(fotografie di Roberto Brembilla)
Corriere grosso, settembre, Pian di Spagna (CO)
Corriere grosso, maggio, Pian di Spagna (CO)

5 set 2011

Codibugnolo caudatus europaeus

Monti di Musso (CO), 4 settembre 2011, Giovanni Fontana fotografa un Codibugnolo con la testa quasi bianca : "aegithalos caudatus europaeus" o "aegithalos caudatus caudatus"?Lo scorso inverno c'e' stata un' invasione in Europa, in Italia ed anche nelle nostre zone, di individui con caratteristiche perfette da "caudatus caudatus" :
http://crosvarenna.blogspot.com/2010/12/codibugnolo-ssp-caudatus.html
riconoscimenti supportati anche da rilevamenti biometrici eseguiti su questi soggetti da vari inanellatori.
L’individuo fotografato sui Monti di Musso, viene osservato però in un periodo che non supporta l'attendibilità della sottospecie "caudatus".
Inoltre presenta una testa bianca ma con traccie di nero abbastanza evidente e le terziarie non sembrano così decisamente bianche.
Potremmo ipotizzare che si tratti di un soggetto proveniente da zone intermedie tra quelle popolate da "europaeus" e quelle dove è diffuso il "caudatus".
Anche se non sembra un vero "caudatus", di questi codibugnoli a testa bianca o quasi se ne vedono pochi nelle nelle nostre zone e soprattutto in questo periodo.
Monti di Musso, 4 settembre 2011, Giovanni Fontana
Per chi volesse approfondire l’argomento sul numero 5 della rivista di EBN, Quaderni di Birdwatching, trova un bel articolo a cura di Igor Festari “Codibugnolo nordico, un mistero del Grande nord”.Questo articolo trae questa conclusione:
1-Il codibugnolo europeo, europaeus, può avere la testa bianca e apparire, in tal caso, indistinguibile rispetto alla forma nordica caudatus.
2-Diffidare delle osservazioni di Codibugnolo con la testa bianca fatte in Italia e nel resto dell’Europa meridionale: di fatto, nessuna osservazione è sicuramente attribuibile a
caudatus, tranne quelle di gruppi monotipici compiute durante i rari fenomeni di invasione invernale (che andrebbero comunque confermate tramite cattura e analisi biometrica).
3-Nella stragrande maggioranza dei casi, invece, le osservazioni italiane di esemplari con la testa bianca, singoli o imbrancati con altre forme, nidificanti o svernanti, sono molto probabilmente attribuiti a varianti a testa bianca di
europeus o (ipotesi da verificarsi scientificamente) a ibridi europaeus x italeae.
Per quanto riguarda l'etica del birdwatcher, è necessario rendersi conto che:
Piaccia o no, nessuna segnalazione di esemplari a testa bianca effettuata nel nostro paese dovrebbe essere pubblicata come inerente al Codibugnolo nordico,
caudatus, almeno senza prove di tipo biometrico e genetica. In questo caso, bisogna accontentarsi di segnalare esemplare di "caudatus/ europeus a testa bianca", senza possibilità di una determinazione certa al 100%...!

4 set 2011

Pesciaiola

La Pesciaiola Mergus albellus è un anatra tuffatrice di piccole dimensioni, piuttosto compatta, con becco piccolo e seghettato. Specie monotipica, nidificante in Nord-Europa e Asia (eurosibirica); in Italia è svernante con pochi individui. In provincia Como e Lecco è considerata accidentale, l’ultima osservazione risale al gennaio 2006 al lago di Pusiano (CO-LC), (ANNUARIO CROS 2006. Centro Ricerche Ornitologiche Scanagatta (C.R.O.S.), Varenna). I giorni 7 e 8 agosto 2011, in Pian di Spagna, Claudio Crespi fotografa questo individuo femmina. Osservazione considerata straordinaria, anche per il per periodo.